Le cerimonie matrimoniali possono essere personalizzate per rendere ancora più speciali le nozze

Le cerimonie matrimoniali possono essere personalizzate per far sì che siano davvero uniche e speciali. Se ad esempio intendete sposarvi con rito religioso potete fare qualche piccola variante scegliendo ad esempio i passi da leggere, oppure chiedendo di potervi scambiare delle promesse scritte da voi stessi che si aggiungono e completano quelle canoniche che celebrano il matrimonio. Per quanto riguarda il rito civile invece i margini di azione sono più ampi. Bisogna ovviamente rispettare l’aspetto burocratico, in Italia affinché il rito sia valido deve essere celebrato alla presenza di un Ufficiale dello Stato Civile o in un luogo autorizzato dal Comune che può essere un parco, una villa, un palazzo antico o anche una chiesa sconsacrata. Assolto questo compito potete aggiungere elementi alla cerimonia che la rendano ancora più speciale e soprattutto più vostra. Non sapete da dove partire? Ecco qualche spunto!

3 idee per costruire la vostra cerimonia personalizzata

Il rito della luce o della sabbia

Per suggellare le vostre promesse potete scegliere un rito costruito attorno a voi. Ne esistono già diversi che hanno reso speciali molte cerimonie matrimoniali ad esempio quello delle candele in cui agli sposi viene fornita una candela accesa e insieme provvedono ad accendere una candela più grande a simboleggiare l’inizio di una nuova vita insieme. Un rito simile è quello con la sabbia: gli sposi versano sabbia di due colori differenti in un unico contenitore e la mescolano per ottenere una trama unica e armoniosa.

Il rito dell’Handfasting

Prevede che le mani degli sposi vengano legate per simboleggiare la loro unione e quella delle loro anime. Si possono usare fasce decorate o anche nastri intrecciati, scelti magari nei colori che caratterizzano il matrimonio e che caratterizzano la grafica dell’evento e gli allestimenti.

Il matrimonio celtico

Un rito molto antico, che risale all’epoca dei Druidi, si compone di diversi passaggi ed è forte il richiamo ai 4 elementi fondamentali. In un momento viene chiesto ai partecipanti di disporsi in cerchio per evocare gli elementi universali che compaiono anche nell’inno iniziale della celebrazione. Si usano poi i nastri, anche questa è una tradizione del passato, gli sposi intrecciano un laccio bianco e uno rosso che rappresentano l’unione del maschile e del femminile. Il tutto mentre un’arpa suona sullo sfondo.

La scelta del fotografo

Se optate per una cerimonia unica, originale, indimenticabile, scegliete un fotografo professionista capace di immortalarla al meglio. Attraverso delle belle foto il ricordo delle cerimonie matrimoniali sarà sempre vivo e reale. Se volete altri spunti per organizzare una cerimonia sui generis noi di Patch Wedding possiamo aiutarvi. Il nostro obiettivo è rendere ancora più speciale il vostro giorno speciale e lavoriamo per questo.

Stai cercando un fotografo per matrimonio a Roma?
Passa a trovarci, il nostro studio fotografico si trova a Roma in Achille Bizzoni, 18.